La buona giornata

La Mamma!

Il Vangelo del giorno a cura di don Vittorio Marelli

don Vittorio Marelli, sacerdote della Parrocchia dell’Annunciazione a Milano Affori:

Riflessioni al Vangelo del giorno secondo la liturgia ambrosiana

 
 

..

Martedì 07/12/2021

 

Vangelo - (Gv 10,11-16)

Il Signore Gesù disse ad alcuni farisei che erano con lui: «Io sono il buon pastore. Il buon pastore dà la propria vita per le pecore. Il mercenario – che non è pastore e al quale le pecore non appartengono – vede venire il lupo, abbandona le pecore e fugge, e il lupo le rapisce e le disperde; perché è un mercenario e non gli importa delle pecore.
Io sono il buon pastore, conosco le mie pecore e le mie pecore conoscono me, così come il Padre conosce me e io conosco il Padre, e do la mia vita per le pecore. E ho altre pecore che non provengono da questo recinto: anche quelle io devo guidare. Ascolteranno la mia voce e diventeranno un solo gregge, un solo pastore. Per questo il Padre mi ama: perché io do la mia vita, per poi riprenderla di nuovo».

Riflessioni

Anche oggi Gesù ci richiama il segreto per trovare la pienezza e il compimento della nostra vita: il donarsi. E Gesù ci ricorda che lui è il pastore che dà la vita per le pecore.
Una traduzione possibile del verbo dare usato da Gesù è: “Disporre la propria anima in favore di”.
Che bello! Sì, che bello se ogni giorno vivessimo con il desiderio di disporre una parola, un sorriso, un gesto, una preghiera per qualcuno. E il nostro modo per incamminarci sulla strada di Gesù, la strada del dono di sé.
Una strada bella. Affascinante ma anche faticosa.
Per il secondo giorno di seguito Gesù mi invita a percorrerla.
Ieri il giovane ricco gli ha detto di no.
Oggi alcuni farisei che erano con lui gli dicono di no.
Troverà un sì almeno in me?