Radio Mater

E’ il bene comune che deve guidare le decisioni.

  • In home
  • 22/04/2021

Mons. Luigi Stucchi, vescovo ausiliare emerito di Milano, ribadisce in questo articolo che in materia di riaperture “freno e acceleratore insieme non funzionano”.

 

E’ il bene comune
che deve guidare le decisioni.

 

È evidente di fatto: far funzionare insieme freno e acceleratore sulla stessa macchina è impossibile, tempo sprecato. Si rischia di rovinare tutta la macchina. Sono due dinamiche opposte che si oppongono tra loro Ci vuole una scelta precisa: o freno o accelero e se pretendo di farlo insieme non ottengo nulla, mi logoro, mi metto in tensione, mi stufo e rovino tutto.

Eppure, al di là di questa insistente verità di fatto, noi viviamo in un contesto sociale problematico e inquieto, in cui di fatto urge che alcune dimensioni ed esperienze vengano accelerate e altre nello stesso tempo vengano frenate.

Quale delle due dimensioni prevarrà?

Se coesistono entrambe certamente a breve o a meno breve qualcosa si spacca e la società nella quale viviamo e soffriamo o si paralizzerà o si spaccherà.

Di fatto urge una scelta, quale? Non tanto quella di accelerare o quella di frenare, ma piuttosto quella di scegliere quale dimensione accelerare e quale invece frenare.

Accelerare le dinamiche positive e frenare invece quelle negative.

Addirittura si tratta di scegliere come farle coesistere contemporaneamente, ma trattando in ambiti diversi. Non solo spingere in una direzione o nell’altra, ma essere o diventare così consapevoli nell’esercizio del bene comune da saper discernere dove stringere/frenare per creare le condizioni che rendono possibili aperture non pericolose, ma piuttosto frutto e conseguenze di chiusure opportunamente messe in campo.

Di fatto? Si può e si deve essere più aperturisti o meno aperturisti?

Dipende dai vari ambiti della vita sociale in ordine al bene comune.

Chi avrà sapienza e fortezza sulla misura necessaria per questo delicatissimo ma necessario equilibrio?
Chi saprà governare questo delicato momento?

Anche tu certamente ci puoi contribuire anche se nel piccolo delle tue possibilità.

Metti il bene comune come orizzonte in cui decidere in verità e coraggio. Nelle piccole e nelle grandi cose. Non pensando solo a te, ma a tutti davvero. Magari scoprendo e decidendo di riconoscere che tante questioni sono riconducibili in gran parte agli stili di vita.

+ Luigi Stucchi